Independence Day Fun Club

Evidence Based Medicine, più tutto il resto: È la stampa, bellezza; Farmacista & Cittadino; Meno tasse per tutti...

Nome:
Località: Italy

Pubblicità


31 ottobre 2007

«Troppi regali, ecco perché i medici sbagliano»

SYDNEY (31 ottobre) - Vacanze, automobili, ma anche iscrizioni dei figli a scuole private oltre a computer, congressi pagati e condizionatori d'aria: sono alcuni dei regali offerti dalle case farmaceutiche ai medici dei paesi in via di sviluppo con la conseguente errata prescrizione delle ricette nel 50% dei casi. Il rito della “ricompensa” sarebbe stato messo in piedi per compensare il calo dei profitti nei mercati occidentali e sarebbe riuscito a influenzare le prescrizioni mediche. La denuncia arriva da Consumers International, la Federazione di organizzazioni di consumatori in 115 paesi riunita a Sydney per il 18° congresso, che ha diffuso le cifre di questa scorretta pratica chiedendo una messa al bando globale di ogni genere di omaggio ai medici.

In un caso sembra che un medico in Malasya ha ricevuto in un mese più di 70 regali da diverse case farmaceutiche. Metà dei dottori intervistati ha ammesso di essere condizionato nel momento della prescrizione dalle pressioni ricevute dalle ditte dei medicinali.

Lo studio rivela inoltre che colossi come Roche, Gsk, Novartis, e Wyeth, approfittano della debole infrastruttura in alcuni paesi per imporre le loro marche nei corsi di aggiornamento medico, promuovere un uso improprio di farmaci ed omettere informazioni sugli effetti collaterali nelle pubblicità su riviste mediche. «L'industria farmaceutica vede il mondo in via di sviluppo come un'opportunità da trilioni di dollari per i prossimi 40 anni», ha dichiarato il direttore generale di Consumers International, Richard Lloyd. «La debolezza dei regolamenti fa di questi mercati un facile bersaglio, ma le spese per la salute dei consumatori in questi paesi non possono essere scialacquate con un uso irrazionale delle medicine. L'unica maniera per assicurare che i pazienti ricevano dai medici un trattamento razionale e imparziale è che i governi mettano al bando completamente la pratica dei regali», ha proseguito.

Tema del congresso, a cui partecipano più di 300 esperti e delegati di un centinaio di paesi, è quello di «obbligare le grandi compagnie alle loro responsabilità», e il programma si sviluppa lungo le attuali campagne della federazione: consumi sostenibili, pandemia di obesità, etica della promozione di farmaci, e credito al consumo.

La cosa curiosa è che la fotografia di accompagnamento del servizio non mostra un medico ma un farmacista!

Etichette: , ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home